melaPer una volta, non è la Apple a citare in giudizio qualcuno…ma è la casa di Cupertino ad essere convenuta!

La "Acacia Research Technology" ha, infatti, accusato la Apple di aver violato un suo brevetto. Giova precisare che il core business della prima società consiste proprio nell’acquisire brevetti… e spesso nel farli valere a giudizio.

Il pomo della discordia è un componente del noto software multimediale "iTunes" denominata "iTunes Allowance component", grazie al quale lo stesso programma consente la creazione di un account connesso ad una carta di credito: questo account può essere utilizzato per automatizzare il trasferimento di denaro verso un altro account iTunes; così, ad esempio, un amico o un genitore può prestare o reglare una certa somma ad un altro amico o ai propri figli.

Secondo la società Acacia, però, ciò avverebbe in violazione del suo brevetto (il n. 7.143.064, "Controlled Entertainment Spending Account"); la medesima ditta ha così chiesto che il giudice adito ordini alla Apple di contattare tutti i suoi clienti che hanno i suddetti account e di distruggere tutte le copie di iTunes che sono dotate di tale funzionalità.

Chiaramente, il controllo sulla registrazione dei brevetti svolto dallo United States Patent and Trademark Office è solo formale: non dovrebbe essere certo possibile – e tanto meno auspicabile – rendere brevettabili simili idee!

Fonte: Patent Troll Tracker.

Appendice

Claim del brevetto (dal sito dello United States Trademark and Patent Office)

"What is claimed is:
1. A computer-based method for allocating parental funds in preestablished accounts for use by children, comprising; providing a bank or credit account containing parental funds for allocation to at least one child; creating a secondary account file with an internet music file supplier accessible by a child for spending on internet music purchases; and periodically transferring directly and automatically to said secondary account file from said bank or credit account an allowance payment for use by said child to purchase and transfer music files over the internet using a personal computer; wherein said steps of creating a secondary account file and periodically transferring funds from said bank or credit account to said secondary account are performed using information supplied by said parent over the internet using a personal computer.
2. The method of claim 1, further comprising the step of storing information on said internet music purchases.
3. The method of claim 2, further comprising the step of supplying to said parent said purchase information.
4. The method of claim 3, wherein said supplying step is performed periodically.
5. The method of claim 1, wherein said allowance payment is transferred weekly or monthly.
6. The method of claim 1, further comprising the step of limiting how said allowance payment in said secondary account file may be spent in response to command instructions from said fund depositor, wherein said limit on said allowance payment is a limit on transaction amount or a limit according to music content.
7. The method of claim 1, wherein said limit on said allowance payment is a limit on transaction amount.
8. The method of claim 7, wherein said limit on transaction amount is a periodic limit.
9. The method of claim 8, wherein said limit on transaction amount is a weekly or monthly limit.
10. The method of claim 6, wherein said limit on said allowance payment is a content limit.
11. The method of claim 10, wherein said content limit is according to artist, genre or content rating".

 

Ultimi aggiornamenti

spid cns azienda
La pandemia da Covid-19 è stata un fattore propulsivo di un processo che era già in progressivo e rapido avanzamento: l’avanzamento digitale dei servizi delle Pubbliche Amministrazioni è infatti un obiettivo a lungo perseguito dal legislatore, europeo ed italiano. L’auspicio è quello, fra tutti, di snellire […]
cookie policy generator iubenda privacy
Navigando in rete, è diventata sempre più alta la probabilità di imbattersi in siti web del tutto diversi fra loro – sia perché i gestori dei siti sono diversi, sia perché diversi sono i contenuti all’interno della pagina stessa – ma che hanno una Privacy & […]
e-commerce sanzioni direttiva omnibus
Il già ampio novero di strumenti legislativi previsti a tutela dei diritti dei consumatori (ed imposti agli eCommerce) è stato recentemente arricchito dall’entrata in vigore della Direttiva Omnibus (direttiva (UE) 2019/2161 che modifica la direttiva 93/13/CEE del Consiglio e le direttive 98/6/CE, 2005/29/CE e 2011/83/UE del […]

Iscriviti alla nostra newsletter

i nostri social

Guarda i nostri video e rimani aggiornato con notizie e guide

Lo sapevi che per continuare a fare Smart Working in azienda bisognerà adottare degli accorgimenti entro il 30 giugno?

Le modalità per fare marketing si sono evolute di pari passo alle norme in tema di privacy, questo porta ad un binomio complesso: lead generation e privacy. Come fare contatti rispettando però il GDPR?

Il marchio oggi non rappresenta meramente un simbolo identificativo, ma diviene uno degli elementi fondanti della brand identity di un’impresa. La registrazione è fondamentale per tutela e VALORE del tuo business.