iphone 3gs 3g e piani abbonamento 3 Italia

Anche Tre Italia (H3G) è riuscita finalmente a vendere l’Apple iPhone in tutte le sue versioni attualmente disponibili (3G e 3GS). Le tariffe e i piani abbonamento sembrano nettamente più convenienti di quelli proposti dai diretti competitor TIM e Vodafone, ma focalizziamo la nostra attenzione proprio sui piani abbonamento perché alcune clausole potrebbero vanificare la loro convenienza e renderli troppo costosi. Vediamo perché.

 

I piani abbonamento 3 per iPhone 3GS – 3G

I piani abbonamento proposti da 3 sono: Zero6Top, Zero7Top, Zero8Top.

Il modello iPhone 3GS da 32 GB sarà disponibile, rispettivamente, a 299, 249 e 199 con i piani di abbonamento Zero6Top (29 euro al mese), Zero7Top (49 euro al mese) e Zero8Top (79 euro al mese). Con il modello iPhone 3GS da 16 GB, il prezzo d’acquisto sarà, rispettivamente, di 199, 149 e 99 euro; con il modello iPhone 3G da 8 GB, il prezzo sarà, rispettivamente, gratis, 99 e 49 euro.

Sono inclusi nel prezzo (rispettivamente):

4, 10 e 20 GB di dati;

400, 800, 2000 minuti di chiamate (verso tutti);

200, 400, 600 SMS/MMS.

Le soglie, però, non sono mensili, ma settimanali.

 

Ottime offerte, ma attenzione alle clausole dei piani abbonamento!

Le condizioni generali di contratto dei piani abbonamento Zero6Top, Zero7Top e Zero8Top (disponibili e scaricabili dal sito di Tre Italia), però, prevedono delle limitazioni particolari (che valgono per tutti gli abbonamenti di tale tipologia e dunque anche con telefoni cellulari diversi dall’iPhone):

– “traffico (voce o SMS) mensile complessivo verso un singolo operatore, non 3, inferiore al 60% del traffico totale uscente”;

– “il totale dei minuti di chiamate ricevute nel mese deve essere superiore al 5% dei minuti totali di chiamate effettuate nel mese”.

“Qualora dai sistemi di rete 3 non risultasse soddisfatta anche una sola delle condizioni sopra indicate, previa comunicazione al cliente, 3 si riserva la possibilità di applicare le condizioni economiche previste dal Piano Tariffario TuaNove, che possono essere consultate nella sezione Piani non più sottoscrivibili del sito www.tre.it“.

Pertanto, non si può oltrepassare la soglia del 60 % delle chiamate verso un singolo operatore e non bisogna ricevere più di quanto si chiama.

Conclusioni sui piani abbonamento iPhone 3GS – 3G

Come abbiamo detto, l’offerta di Tre Italia per il celeberrimo Apple iPhone è realmente competitiva (sia per il traffico voce che per quello dati), ma bisogna fare attenzione alle clausole contrattuali dei piani abbonamento, sia in relazione al totale dei minuti di chiamate ricevute che sulla suddivisione del traffico voce verso gli altri operatori. Per alcuni tali limitazioni saranno sicuramente insignificanti (ad esempio, chi riceve molte telefonate e chiama numeri di diversi gestori), ma per altri potrebbero essere problematiche e portare a costi non previsti nelle proprie bollette telefoniche.

Ultimi aggiornamenti

linee guida accessibilità app norma
L’accessibilità degli strumenti informatici è la capacità degli stessi di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di soggetti portatori di disabilità, eventualmente predisponendo le tecnologie o configurazioni particolari necessarie (c.d. tecnologie assistive). Si tratta, com’è ovvio, di un tema di particolare […]
youtube copyright ban strike
Non esiste content creator, youtuber o streamer di Twitch che non abbia mai usato una canzone, una foto, uno spezzone di un film o di un’altra opera di terzi in un proprio video. Eppure, proprio in relazione a questa pratica diffusissima, sono ad oggi innumerevoli i casi […]
Sommario: 1. Premessa 2. PC Gaming e console: sono “apparecchiature” da omologare? Quale legame hanno con la “pubblica sicurezza”? 3. L’impatto sulle sale LAN e sugli esports bar: ma anche su musei e altre attività 4. L’impatto sull’esport 5. La lacuna normativa italiana. Prospettive oltre la […]

Iscriviti alla nostra newsletter

i nostri social

Guarda i nostri video e rimani aggiornato con notizie e guide

Lo sapevi che per continuare a fare Smart Working in azienda bisognerà adottare degli accorgimenti entro il 30 giugno?

Le modalità per fare marketing si sono evolute di pari passo alle norme in tema di privacy, questo porta ad un binomio complesso: lead generation e privacy. Come fare contatti rispettando però il GDPR?

Il marchio oggi non rappresenta meramente un simbolo identificativo, ma diviene uno degli elementi fondanti della brand identity di un’impresa. La registrazione è fondamentale per tutela e VALORE del tuo business.