hot coffeeSono stati comunicati gli esiti della class action intrapresa negli Stati Uniti contro la casa produttrice del celebre videogioco “Grand Theft Auto: San Andreas”, nel quale era contenuto il mod “a luci rosse” denominato “Hot Coffee”.

Le copie del gioco prodotte sino al 20 luglio 2005, infatti, contenevano un sottogioco consistente in una riproduzione di una scena a sfondo sessuale: il protagonista doveva intrattenere un rapporto sessuale con le ragazze raffigurate nel videogioco medesimo e l’utente poteva controllare il proprio alter ego digitale. Invero, per accedere a tali contenuti, era necessario modificare il codice del videogioco, visto che essi erano inaccessibili.

Il gioco era stato classificato come riservato ad un pubblico “maturo” (“Mature”), ma diversi acquirenti del videogioco avevano poi intrapreso un’azione collettiva sostenendo che, vista la presenza di tale mod, esso sarebbe dovuto essere classificato come riservato ad un pubblico adulto (“Adults Only”).

L’esito della class action non è particolarmente favorevole agli attori: una copia sostitutiva del videogioco – priva del contenuto contestato – oltre ad un risarcimento monetario non proprio elevato: sino a 35 $ se in possesso di scontrino specifico, sino a 17,5 $ se in possesso di estratto conto della carta di credito, sino a 10 $ per una ricevuta generica relativa ad un acquisto in contanti e sino a 5$ in assenza di ricevuta d’acquisto. Non proprio risarcimenti astronomici!

Fonte: www.gtasettlement.com.

Ultimi aggiornamenti

spid cns azienda
La pandemia da Covid-19 è stata un fattore propulsivo di un processo che era già in progressivo e rapido avanzamento: l’avanzamento digitale dei servizi delle Pubbliche Amministrazioni è infatti un obiettivo a lungo perseguito dal legislatore, europeo ed italiano. L’auspicio è quello, fra tutti, di snellire […]
cookie policy generator iubenda privacy
Navigando in rete, è diventata sempre più alta la probabilità di imbattersi in siti web del tutto diversi fra loro – sia perché i gestori dei siti sono diversi, sia perché diversi sono i contenuti all’interno della pagina stessa – ma che hanno una Privacy & […]
e-commerce sanzioni direttiva omnibus
Il già ampio novero di strumenti legislativi previsti a tutela dei diritti dei consumatori (ed imposti agli eCommerce) è stato recentemente arricchito dall’entrata in vigore della Direttiva Omnibus (direttiva (UE) 2019/2161 che modifica la direttiva 93/13/CEE del Consiglio e le direttive 98/6/CE, 2005/29/CE e 2011/83/UE del […]

Iscriviti alla nostra newsletter

i nostri social

Guarda i nostri video e rimani aggiornato con notizie e guide

Lo sapevi che per continuare a fare Smart Working in azienda bisognerà adottare degli accorgimenti entro il 30 giugno?

Le modalità per fare marketing si sono evolute di pari passo alle norme in tema di privacy, questo porta ad un binomio complesso: lead generation e privacy. Come fare contatti rispettando però il GDPR?

Il marchio oggi non rappresenta meramente un simbolo identificativo, ma diviene uno degli elementi fondanti della brand identity di un’impresa. La registrazione è fondamentale per tutela e VALORE del tuo business.