NokiaNokia, il più importante produttore al mondo di telefoni cellulari, è stata citata in giudizio da una azienda tedesca denominata IP-Com perché avrebbe violato brevetti di sua titolarità.

La cifra richiesta a titolo di risarcimento del danno è esorbitante: "almeno" 12 miliardi di euro. Inoltre, la compagnia ha chiesto che venga ordinato a Nokia di sospendere l’utilizzo delle tecnologie basate sugli stessi brevetti.

Il colosso finlandese ha tuttavia negato di aver mai posto in essere alcuna violazione di proprietà intellettuale altrui. Secondo il portavoce della IP-Com, nel 2007 questa ha acquisito dalla Bosch la titolarità dei brevetti il cui uso è contestato a Nokia.

Come accade a qualsiasi grande azienda operante in ambito tecnologico, questa non è la prima lite giudiziaria che vede proprio Nokia fronteggiare le accuse di violazione di brevetti altrui; negli Stati Uniti sono attualmente in corso procedimenti che la vedono contrapposta a Qualcomm Inc. e a Interdigital Inc.. Le cifre in gioco sono ovviamente molto alte; del resto, il settore della telefonia mobile costituisce una moderna gallina dalle uove d’oro!

Fonte: Reuters.

Ultimi aggiornamenti

spid cns azienda
La pandemia da Covid-19 è stata un fattore propulsivo di un processo che era già in progressivo e rapido avanzamento: l’avanzamento digitale dei servizi delle Pubbliche Amministrazioni è infatti un obiettivo a lungo perseguito dal legislatore, europeo ed italiano. L’auspicio è quello, fra tutti, di snellire […]
cookie policy generator iubenda privacy
Navigando in rete, è diventata sempre più alta la probabilità di imbattersi in siti web del tutto diversi fra loro – sia perché i gestori dei siti sono diversi, sia perché diversi sono i contenuti all’interno della pagina stessa – ma che hanno una Privacy & […]
e-commerce sanzioni direttiva omnibus
Il già ampio novero di strumenti legislativi previsti a tutela dei diritti dei consumatori (ed imposti agli eCommerce) è stato recentemente arricchito dall’entrata in vigore della Direttiva Omnibus (direttiva (UE) 2019/2161 che modifica la direttiva 93/13/CEE del Consiglio e le direttive 98/6/CE, 2005/29/CE e 2011/83/UE del […]

Iscriviti alla nostra newsletter

i nostri social

Guarda i nostri video e rimani aggiornato con notizie e guide

Lo sapevi che per continuare a fare Smart Working in azienda bisognerà adottare degli accorgimenti entro il 30 giugno?

Le modalità per fare marketing si sono evolute di pari passo alle norme in tema di privacy, questo porta ad un binomio complesso: lead generation e privacy. Come fare contatti rispettando però il GDPR?

Il marchio oggi non rappresenta meramente un simbolo identificativo, ma diviene uno degli elementi fondanti della brand identity di un’impresa. La registrazione è fondamentale per tutela e VALORE del tuo business.