truffa_on_lineApplecare, l’estensione di garanzia a 3 anni per computer e altri prodotti Apple, è spesso in vendita su eBay a prezzi molto convenienti. E’ un truffa oppure un affare?

Apple, garanzia e Applecare

La garanzia dei prodotti Apple dura, di norma, 1 anno. Chiaramente, a tale garanzia si aggiunge quella legale di 2 anni per difetti di conformità ma, è bene ricordarlo, tale garanzia biennale può essere fatta valere solo nei confronti del venditore del prodotto.

La garanzia annuale offerta da Apple può essere estesa a tre anni mediante l’acquisto della ben nota Applecare (purché ciò avvenga nel primo anno di vita del prodotto). I prezzi di Applecare cambiano in base al prodotto che si intende tutelare, per cui è chiaro che l’estensione di garanzia per un Macbook Pro 17 avrà un costo maggiore di quella relativa al “classico” Macbook.

Applecare, però, non è offerta a prezzi particolarmente contenuti: ad esempio, a tutt’oggi, la garanzia per i Macbook 13,3 (MacBook, MacBook Air, MacBook Pro 13) costa 249,00 euro:

applecare_ebay_macbook

e quella per i MacBook Pro 17 349,00 euro:

applecare_ebay_macbookpro

E su Ebay?

Applecare su eBay

Basta effettuare una semplice ricerca su eBay per trovare molte Applecare in vendita a prezzi molto convenienti, almeno in apparenza. L’Applecare venduta da Apple o dai suoi rivenditori è corredata di una confezione sigillata; in molti casi, su eBay diversi venditori non offrono il prodotto in scatola, ma inviano un codice via email, da utilizzare poi sul sito Apple per attivare l’Applecare. Tutta la procedura avviene on line e poi si può ricevere via email o in forma cartacea il certificato che dimostra che un determinato prodotto Apple è coperto da Applecare per 3 anni.

Generalmente, concluso (e pagando l’acquisto), chi vende i codici Applecare su eBay invia un’email con il codice da utilizzare sul sito Apple per registrare un prodotto. Sino a pochi mesi fa, generalmente non vi erano problemi. Ma in più occasioni Apple non sembra accontentarsi più del codice e chiede anche l’invio di:
– il numero seriale dell’Applecare acquistata (presente nella confezione);

oppure

– la ricevuta d’acquisto (non valgono come tali un documento di aggiornamento dello status dell’ordine, una notifica di spedizione o una ricevuta via email che può essere modificata).

In altri termini, Apple vuole essere sicura che Applecare sia venduta da essa o dai suoi rivenditori non autorizzati. E, probabilmente, vuole arginare il fenomeno di vendita di codici Applecare su eBay (e su altri canali), dal momento che, in ipotesi, è possibile generare tali codici con key-generator. Chiaramente, l’unico modo per essere sicuri di effettuare un valido acquisto (e non rimetterci soldi) è acquistare il prodotto originale, inscatolato e sigillato.

Conclusioni

Bisogna essere molto cauti nell’acquisto di Applecare su Ebay. Per essere sicuri di non ricevere brutte sorprese, è consigliabile acquistare una Applecare inscatolata e sigillata, in modo da non avere brutte sorprese nell’ipotesi in cui sia necessario usufruirne. Ovviamente, comprare l’Applecare su eBay non è un problema, qualora, per l’appunto, si possa avere la confezione originale del prodotto. Il problema può verificarsi nell’acquisto del semplice codice di attivazione (prassi abbastanza ricorrente proprio su eBay), che può portare Apple a rifiutare l’estensione della garanzia.

Ultimi aggiornamenti

libertà di pensiero online
La manifestazione del pensiero per la Costituzione Italiana L’art. 21 Cost. è la norma costituzionale principe e di ampia portata che tutela la libertà di manifestazione del pensiero, un principio cardine delle democrazie di stampo occidentale, che ha visto i propri esordi – in termini di […]
cookie policy
Dal 9 Gennaio 2022 sono entrati in vigore particolari adempimenti obbligatori in capo ai titolari di siti web in tema di cookie, previsti dal Garante Privacy. Non hai ancora aggiornato la cookie policy? Hai copiato l’informativa da qualcuno e non sai se è aggiornata? Non sai come gestire i cookie? Se non hai […]
“Chiunque abusivamente esercita una professione, per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato, è punito […]”. Il dispositivo dell’art. 348 c.p. afferma che coloro che forniscono contenuti e servizi per i quali è necessaria una speciale abilitazione, in difetto dei requisiti di legge, possono […]
Maggiori tutele per i consumatori di servizi e contenuti digitali Il 1° gennaio 2022 avranno efficacia le disposizioni contenute nel D.lgs. n. 173/2021, in attuazione della Direttiva europea 2019/770, relativa ai contratti di fornitura di contenuto digitale e di servizi digitali. Le novità introdotte dal Codice […]
Evitare problematiche legali sul marchio Registrare un marchio è un onere, non un dovere. La differenza tra onere e dovere può sembrare un arcano (e lo è anche per alcuni tecnici del settore) ma, in estrema sintesi, consiste nella contrapposizione tra ciò che è obbligatorio a […]
smart working linee guida brunetta
Nuove linee guida per le PA sul lavoro agile Sono state pubblicate le tanto attese Linee guida, rivolte alle Pubbliche Amministrazioni, contenenti le indicazioni per l’allocazione e la gestione del personale in smart working. Non tutta la platea dei destinatari coinvolti si è dichiarata soddisfatta del […]