telemarketing, privacy e robinso listDopo oltre sei mesi di attesa, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto istitutivo del Registro delle opposizioni, ma bisognerà attendere ulteriori tre mesi per realizzare l’elenco. Vediamo i dettagli, per capire se questo Registro consentirà una migliore tutela della nostra privacy.

 

La normativa in deroga

Ripercorrendo in breve la normativa in materia di telemarketing, si ricorda che il 25/05/10 è cessato di avere effetto il decreto Ronchi (decreto c.d. milleproroghe, d.l. 25/09/09, n. 135), il quale aveva concesso la possibilità di fare telemarketing senza alcuna autorizzazione preventiva dell’abbonato telefonico. Ciò in palese deroga al principio di consenso preventivo ed espresso (c.d. opt-in) del nostro Codice sulla privacy.
In quel decreto, però, era stata prevista anche l’introduzione di un Registro per le opposizioni in cui dovranno iscriversi coloro che non vogliono essere disturbati dalle chiamate dei call centre (c.d. opt-out).
In un’ottica di rispetto dei tempi legislativi, dunque, alla scadenza di maggio 2010 avrebbero dovuto essere poste le fondamenta per l’istituzione di tale registro da parte del Ministero dello sviluppo economico. In questo modo non si sarebbe creata confusione né incertezza normativa qualora non fosse stato istituito nei tempi. In realtà, il decreto per l’istituzione del Registro delle opposizioni è stato approvato il 9 luglio scorso dal Consiglio dei Ministri, emanato a settembre (Dpr 07/09/10, n. 178), ma pubblicato in Gazzetta Ufficiale solo il 2 novembre. Il notevole ritardo comporta il ripristino della normativa del consenso esplicito (opt-in) nel periodo transitorio.

Il Registro delle opposizioni

Dalla pubblicazione in Gazzetta scatta il conto alla rovescia per istituire il registro. Il Ministero dello sviluppo economico ha trenta giorni di tempo per svolgere e concludere la consultazione dei principali operatori del settore; sessanta giorni per redigere le modalità tecniche e operative di funzionamento e accesso al registro da parte degli operatori; novanta giorni, infine, per rendere tutto attivo e operativo.
Dovremo attendere, dunque, ancora entro il 02/02/11 per capire le modalità di funzionamento di tale registro e, soprattutto, per sapere a quale soggetto dovremo rivolgerci per essere esclusi dalle telefonate indesiderate. Secondo una norma del decreto Ronchi, infatti, il registro verrà istituito da un ente o organismo pubblico, supervisionato dal Garante della privacy, ma di cui ancora non si conosce il nome.

Telefonate vietate fino alla partenza della Robinson list

A causa di questi slittamenti temporali nell’adozione di normative e, infine, della stessa Robinson list (così chiamano il registro oltralpe), dunque, si ritorna al regime del preventivo consenso. Fino a quando non entrerà in vigore il Registro delle opposizioni, ogni telefonata di marketing potrà essere fatta solo se l’abbonato abbia acconsentito a riceverla “preventivamente”.

Operatori scorretti

La realtà delle cose, invece, è totalmente diversa. Il telemarketing selvaggio continua quotidianamente, tartassandoci di insistenti e ripetute telefonate a qualunque orario della giornata, con buona pace di Robinson list, decreti, normative da rispettare, e buon senso.

Ultimi aggiornamenti

cookie rtd privacy conservazione 2022
Rischio di sanzioni in tema Privacy per il 2022 La forte digitalizzazione degli ultimi anni – sia nell’ambito della Pubblica Amministrazione che nelle aziende private – ha determinato, da una parte, il sorgere di nuove figure, quali ad esempio il Responsabile per la transizione digitale e […]
auth code dns url
Recupero Auth Code e trasferimento del dominio Il nome a dominio consiste nella unione di lettere, numeri e altri caratteri speciali di cui l’utente che ne richiede la registrazione diventa legittimo titolare. Pertanto, quest’ultimo può svolgere una serie di attività con il suddetto, tra cui il […]
Novità sul controllo del Green Pass al lavoro La Camera dei deputati ha approvato definitivamente alcuni emendamenti, già passati al Senato, al disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 127 del 2021 (in scadenza il 20/11/2021), decreto che aveva introdotto le attività di verifica del […]
kit green pass
DL n. 127/2021: il Green Pass e le misure organizzative del datore di lavoro Il 21 settembre 2021, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il decreto-legge n. 127 che ha esteso l’obbligatorietà dell’uso del Green Pass anche al mondo del lavoro, a partire dal […]
L’obbligo di specificare i dati raccolti dalle app su Play Store Lo scorso maggio, Google ha annunciato una novità in tema di tutela degli utenti, in particolare in merito alla sicurezza dei loro dati e della loro privacy. Proprio come succede già sulla Piattaforma di iPhone […]