telefono.jpgLe numerazioni a tariffazione speciale sono ben note per le truffe e per i salassi che sono costati a molte persone, soprattutto in riferimento ai prefissi 144, 166, 899 e 892. Ma dal 30 giugno 2008 dovrebbero diminuire le possibilità di raggiri. Vediamo come.

 
L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) ha emanato le delibere 97/08/CONS e 201/08/CONS : ai sensi della prima, gli “operatori di telefonia fissa informano i propri abbonati e utenti con ogni adeguato mezzo, ivi inclusa la documentazione di fatturazione e appositi messaggi in fonia:
 
a) della disponibilità, dal 31 marzo 2008, dello sbarramento selettivo di chiamata di cui alla delibera 418/07/CONS e della possibilità di scegliere tra le diverse opzioni previste o di rinunciare allo sbarramento;
b) del fatto che agli abbonati che non hanno per espresso manifestato alcuna scelta diversa al riguardo entro il 31 maggio 2008, sarà comunque attivato, a partire dal 30 giugno 2008 e in maniera automatica, lo sbarramento selettivo di cui al comma 2”.
 
La delibera 201/08/CONS ha poi aggiornato il c.d. paniere di numerazioni collegato al blocco permanente di chiamata che era stato già definito dalla delibera 418/07/CONS.
Lo sbarramento verso i prefissi incriminati sarà attivato automaticamente nei confronti di tutti gli abbonati ai servizi di telefonia fissa che non comunicheranno la propria volontà entro il 31 maggio 2008.
 
In ogni caso, l’utenza che fruisca in maniera automatica dello sbarramento selettivo delle chiamate in uscita può chiedere in ogni tempo l’attivazione in sua vece dello sbarramento selettivo delle chiamate in uscita mediante il blocco selettivo di chiamata a PIN o per i servizi a sovrapprezzo. Il PIN deve essere fornito dal gestore all’abbonato nel più breve tempo possibile.
 
Ecco la lista dei prefissi: 144, 166, 892, 899, 163, 164, 4. Ad essi si aggiungono le numerazioni con prefisso iniziante per 00 inerente chiamate internazionali e satellitari la cui tariffa, IVA inclusa, supera la seguente curva di prezzo:
 
a) 35 centesimi di euro alla risposta;
b) 3 centesimi di euro al secondo.
 
Gli operatori debbono altresì inserire nel blocco permanente le numerazioni con prefisso 00 il cui prezzo al secondo è pari o superiore a 2 centesimi di euro, qualora su di esse si verifichino criticità o
fenomeni anomali di traffico.
 
Sono previste alcune eccezioni per i seguenti numeri preceduti dal prefisso 892: 892000, 892298, 892412, 892424, 892500, 892892, 892400, 892007, 892011, 892021, 892040, 892044, 892080, 892101, 892111, 892113, 892123, 892130, 892155, 892187, 892192, 892197, 892212, 892289, 892323, 892324, 892369, 892404, 892444, 892489, 892494, 892525, 892567, 892727, 892792, 892893, 892928, 892960.
 
Ecco invece le eccezioni per i numeri preceduti dai prefissi 163 e 164 con tassazione forfetaria fino a un massimo di 1 euro, iva inclusa, segnalate dagli operatori per utilizzi di televoto o per raccolta fondi a scopi benefici: 163111, 163200, 163300, 163303, 163311, 163400, 163500, 163600, 163800, 163900, 16422, 16423, 16448, 16463, 16477, 16478, 16482, 16463, 16472.
 
Infine, per i numeri preceduti dal prefisso 4 ecco la regola che si applica: sono esclusi i numeri gratuiti e i numeri che danno accesso a servizi in abbonamento, supplementari al contratto principale di fornitura della linea o del servizio telefonico con l’operatore di telefonia erogati esclusivamente dal medesimo operatore (quali il trasferimento di chiamata)
 

Ultimi aggiornamenti

spid cns azienda
La pandemia da Covid-19 è stata un fattore propulsivo di un processo che era già in progressivo e rapido avanzamento: l’avanzamento digitale dei servizi delle Pubbliche Amministrazioni è infatti un obiettivo a lungo perseguito dal legislatore, europeo ed italiano. L’auspicio è quello, fra tutti, di snellire […]
cookie policy generator iubenda privacy
Navigando in rete, è diventata sempre più alta la probabilità di imbattersi in siti web del tutto diversi fra loro – sia perché i gestori dei siti sono diversi, sia perché diversi sono i contenuti all’interno della pagina stessa – ma che hanno una Privacy & […]
e-commerce sanzioni direttiva omnibus
Il già ampio novero di strumenti legislativi previsti a tutela dei diritti dei consumatori (ed imposti agli eCommerce) è stato recentemente arricchito dall’entrata in vigore della Direttiva Omnibus (direttiva (UE) 2019/2161 che modifica la direttiva 93/13/CEE del Consiglio e le direttive 98/6/CE, 2005/29/CE e 2011/83/UE del […]

Iscriviti alla nostra newsletter

i nostri social

Guarda i nostri video e rimani aggiornato con notizie e guide

Lo sapevi che per continuare a fare Smart Working in azienda bisognerà adottare degli accorgimenti entro il 30 giugno?

Le modalità per fare marketing si sono evolute di pari passo alle norme in tema di privacy, questo porta ad un binomio complesso: lead generation e privacy. Come fare contatti rispettando però il GDPR?

Il marchio oggi non rappresenta meramente un simbolo identificativo, ma diviene uno degli elementi fondanti della brand identity di un’impresa. La registrazione è fondamentale per tutela e VALORE del tuo business.