apple iphoneChris Anderson, editor in chied della nota rivista "Wired Magazine", si è visto recapitare un conto telefonico assai salato: circa 2.100$ per la "comodità" di scaricare la posta anche all’estero tramite il proprio iPhone.

Il telefono cellulare della Apple era configurato per effettuare un controllo (ed eventuale download) ogni 15 minuti. Il Sig. Anderson ha dimenticato di disabilitare il roaming internazionale automatico o, comunque, il controllo automatico della propria email.

Come riportato sul suo blog, sicuramente proprio il Sig. Anderson avrà attivato il roaming internazionale per il traffico dati, senza poi disattivarlo mentre si trovava in Cina.

Certo, egli non ha tenuto una condotta diligente; tuttavia, la AT&T lo ha avvisato dell’elevato volume di traffico solo quando la cifra da pagare ha raggiunto i 2.000$, e dimostra la scarsa attenzione, voluta o meno, delle compagnie telefoniche verso i propri clienti e le loro piccole dimenticanze, che possono tramutarsi in perdite per i secondi e ottimi ricavi per le prime.

Ultimi aggiornamenti

auth code dns url
Recupero Auth Code e trasferimento del dominio Il nome a dominio consiste nella unione di lettere, numeri e altri caratteri speciali di cui l’utente che ne richiede la registrazione diventa legittimo titolare. Pertanto, quest’ultimo può svolgere una serie di attività con il suddetto, tra cui il […]
Novità sul controllo del Green Pass al lavoro La Camera dei deputati ha approvato definitivamente alcuni emendamenti, già passati al Senato, al disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 127 del 2021 (in scadenza il 20/11/2021), decreto che aveva introdotto le attività di verifica del […]
kit green pass
DL n. 127/2021: il Green Pass e le misure organizzative del datore di lavoro Il 21 settembre 2021, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha firmato il decreto-legge n. 127 che ha esteso l’obbligatorietà dell’uso del Green Pass anche al mondo del lavoro, a partire dal […]
L’obbligo di specificare i dati raccolti dalle app su Play Store Lo scorso maggio, Google ha annunciato una novità in tema di tutela degli utenti, in particolare in merito alla sicurezza dei loro dati e della loro privacy. Proprio come succede già sulla Piattaforma di iPhone […]
google agcm
Google nuovamente sanzionata da AGCM L’AGCM, Autorità del Garante della Concorrenza e del Mercato, con il bollettino n. 38 del 27 settembre 2021, ha sanzionato il colosso di Mountain View affermando che alcune clausole all’interno dei Termini di Servizio di Google Drive sono lesive dei diritti […]